antidolorifici naturali

Se siete affetti da mal di denti, mal di schiena, o qualsiasi altro tipo di dolore, il vostro primo impulso potrebbe essere quello di aprire l’armadietto dei medicinali per prendere un antidolorifico.

Chi assume con troppa facilità antidolorifici, spesso non pensa al rischio di effetti collaterali e alle potenziali interazioni farmacologiche.

Se non volete correre il rischio di avere spiacevoli sorprese, potete ricorrere ai seguenti antidolorifici naturali per alleviare i dolori di lieve e media entità che possono affliggervi.

 

I migliori antidolorifici naturali

Corteccia di salice

Gli uomini hanno utilizzato la corteccia del salice per alleviare gli stati di natura infiammatoria (la causa della maggior parte dei dolori) per secoli. La salicina chimica, che è simile all’ingrediente principale dell’aspirina, si trova nella corteccia del salice bianco. Anticamente, la gente masticava la corteccia del salice per alleviare il dolore e le febbri. Ora la corteccia del salice viene venduta sotto forma di erba secca che può essere consumata come un normale infuso. Può essere usata per trattare mal di testa, mal di schiena, artrosi e molte altre condizioni dolorose.

Attenzione: la corteccia del salice può causare disturbi allo stomaco, affaticare i reni e favorire il sanguinamento, proprio come l’aspirina. Per questo motivo, dovrebbe essere utilizzato solo da persone che non hanno problemi agli organi sopra citati.

 

Curcuma

La curcuma è una spezia che dà al curry il suo colore giallo e il suo sapore unico. Questa spezia contiene la curcumina, un antiossidante che aiuta a proteggere il corpo dai radicali liberi che possono danneggiare le cellule e tessuti. La curcuma è utilizzata per il trattamento di molte condizioni dolorose, tra cui indigestione, ulcere, disturbi di stomaco, psoriasi e persino il cancro.

Alcune persone con osteoartrite utilizzano la curcuma come antidolorifico naturale perché aiuta ad alleviare l’infiammazione.

 

Chiodi di garofano

I chiodi di garofano interi sono spesso utilizzati per aromatizzare piatti di carne e riso. Vengono utilizzati per la preparazione di dolci e molti altri alimenti. I chiodi di garofano possono contribuire ad alleviare la nausea e curare il raffreddore. Possono anche aiutare ad alleviare il dolore associato a mal di testa, infiammazione artritica e mal di denti. Il principio attivo dei chiodi di garofano è l’eugenolo, un antidolorifico naturale impiegato anche per uso topico. Strofinando una piccola quantità di olio di chiodi di garofano sulle gengive può alleviare temporaneamente il mal di denti.

Attenzione : coloro che soffrono di disturbi emorragici o che assumono farmaci per fluidificare il sangue dovrebbero evitare l’utilizzo dei prodotti a base di chiodi di garofano.

 

Calore e ghiaccio

Tra i rimedi domestici più comuni c’è sicuramente l’applicazione di calore e ghiaccio direttamente sulla zona interessata dal dolore. Muscoli tesi, tendini e legamenti infiammati possono trovare sollievo dopo l’applicazione di un impacco di ghiaccio che aiuta a ridurre il gonfiore e l’infiammazione. È interessante notare che, una volta che l’infiammazione è scomparsa, il calore può contribuire a ridurre la rigidità relativa a distorsioni e affaticamenti muscolari. Un impacco freddo utilizzato per breve tempo sulla testa può anche contribuire ad alleviare il dolore di un mal di testa.

Se soffrite di artrite dolorosa, il calore umido applicato sulla zona interessata aiuterà più del ghiaccio.

 

Come gestire il dolore

Ricordate:  il dolore è il segnale del corpo che qualcosa non va. Esso può essere temporaneo, come nel caso di un muscolo teso, ma può anche essere persistente. In quest’ultimo caso, è possibile si tratti di un problema di entità maggiore, a cui deve immediatamente seguire un’approfondita analisi medica per accertarne al più presto le cause e i rimedi.

 

0 Condivisioni