l'argilloterapia come funziona

La Terra è da dove proveniamo, il suolo a cui siamo saldamente legati, l’elemento senza il quale non ci sarebbe vita.

Ma avete mai pensato alla terra come ad un mezzo per guarire dai mali che vi affliggono?

I bagni e i trattamenti a base di argilla rappresentato una delle più antiche forme di guarigione che l’uomo abbia mai praticato; si tratta di un metodo molto in voga anche oggi, dato che molti centri estetici e termali di prima categoria offrono pacchetti benessere comprendenti la cosiddetta “Argilloterapia”.

Alla base di questa particolare metodologia di cura, c’è il concetto secondo cui l’applicazione di fango mescolato ad acqua sul corpo del paziente è in grado di liberarlo dai suoi disturbi di salute.

L’argilla, secondo quanto afferma l’Ayurveda, ha poteri di guarigione che possono ripristinare l’equilibrio del corpo eliminando le tossine accumulate.

 

Proprietà dell’Argilla

 

L’argilla, ha sostanzialmente 3 proprietà :

Cicatrizzante  : grazie alla presenza dell’alluminio, l’argilla è in grado di favorire il processo di cicatrizzazione di ferite e inestetismi della pelle, favorendo la rigenerazione dei tessuti e la coagulazione sanguigna.

Assorbente : a seconda del tipo di argilla utilizzata, è possibile ottenere un assorbimento efficace del sebo sia per quanto riguarda la pelle del viso e del corpo, sia per quanto riguarda il cuoio capelluto, una zona particolarmente difficile da trattare.

Depurante : l’argilla è in grado di filtrare in maniera eccellente liquidi e tossine in eccesso, agevolando così la lotta che l’organismo ingaggia quotidianamente contro l’aggressione da parte dei radicali liberi responsabili dell’ossidazione cellulare.

 

Argilloterapia : quali tipi di argilla usa?

L’argilla è un complesso di sistemi minerali a base di silicato d’alluminio; i vari livelli di concentrazione degli altri minerali presenti, ovvero ferro, calcio, magnesio, zolfo, rame, fosforo, sodio e potassio, determinano la colorazione dell’argilla, che può essere :

 

  • Bianca :  per la totale assenza di ferro, l’argilla bianca viene comunemente impiegata a scopo cosmetico, soprattutto per maschere di bellezza e anti-smagliature. Trattandosi di un’argilla molto delicata, è adatta a tutti i tipi di pelle, soprattutto di quelle che hanno bisogno di una forte reidratazione. E’ possibile arricchirla con olio di jojoba o di argan per ottenere un effetto emolliente ancora più efficace.

 

  • Verde : è quella che ha maggiore capacità assorbente e cicatrizzante. Lievemente alcalina, è ricca di potassio e viene solitamente impiegata per scopi medicamentosi, soprattutto per curare patologie a carico della pelle come acne, psoriasi e dermatiti. Sebbene sia un tipo di argilla moto utilizzata, è necessario fare molta attenzione in caso di cute particolarmente secca : per evitare di prosciugare troppo la pelle, è possibile unire all’argilla verde qualche goccia di olio di mandorla prima di procedere alla normale applicazione.

 

  • Rossa : argilla che deve il suo colore bruno-rossastro alla massiccia presenza di ferro rosso. Particolarmente indicata per stimolare la circolazione del sangue e promuovere l’azione di riassorbimento dei liquidi in eccesso. Spesso viene utilizzata in combinazione con le altre argille.

 

  • Gialla : questo tipo di argilla deve la sua colorazione giallastra alla presenza di un’altra concentrazione di rame. E’ utilizzata soprattutto per trattare sia a livello medico che estetico le varie zone della colonna vertebrale, a partire dal collo fino ad arrivare all’area lombo-sacrale. Dotata anche di una particolare azione rinfrescante, l’argilla gialla può essere usata in combinazione con quella rossa per risultati ancora più efficaci.

 

  • Blu : si tratta di un tipo molto particolare di argilla, visto che viene prodotta esclusivamente in alcune zone della Siberia. Dotata di un’altissima capacità assorbente, l’argilla blu è utilizzata soprattutto per alleviare le infiammazioni muscolo-scheletriche e per regolare la produzione di sebo.

 

  • Beige : argilla delicata, adatta soprattutto per curare le desquamazioni del cuoio capelluto. Particolarmente indicata per idratare le pelli più secche.

 

Patologie trattabili con l’Argilloterapia

Tra i numerosi disturbi fisici che l’applicazione di argilla può contribuire a curare, troviamo :

Infiammazioni della pelle

 

  • Psoriasi

  • Eczema
  • Acne
  • Dermatite
  • Orticaria
  • Vitiligine
  • Ittiosi

 

 

Problemi muscolo-scheletrici

 

  • Fibromialgia
  • Artrosi
  • Periartrite
  • Reumatismi
  • Gotta

 

Disturbi emotivi

 

  • Stress
  • Disorientamento
  • Ansia
  • Sonnolenza

 

Problemi agli occhi

 

  • Congiuntivite

  • Emorragia oculare
  • Infezioni agli occhi
  • Allergie
  • Glaucoma

 

Problemi respiratori

 

  • Asma

  • Broncopolmonite
  • Difterite
  • Influenza
  • bronchite

 

Disturbi nervosi

 

  • Nevralgia

  • Sciatica
  • Epilessia
0 Condivisioni